L’hobby del giardinaggio è sicuramente un’abitudine sana, che permette di allontanare lo stress, l’ansia e i pensieri della vita quotidiana. In molti scelgono, inoltre, di dedicarsi a questo hobby con i propri figli o con i nipoti.

Secondo uno studio di GfK, sempre più italiani si dedicano al giardinaggio come hobby. Secondo l’indagine condotta dall’azienda tedesca che indaga sulle abitudini dei consumatori, un italiano su tre si dedica al giardinaggio. 

Uno dei principali vantaggi del giardinaggio è che questa pratica può essere condotta sia da chi ha il giardino o un orto, ma anche da coloro che hanno a disposizione un piccolo balcone o una veranda.

A seconda dello spazio a disposizione è possibile coltivare diverse piante, che vanno dalle erbe aromatiche sino ai fiori.

L’indagine condotta in 17 paesi intervistando ben 23.000 mila persone in tutto il mondo ha permesso di scoprire quanti sono su base mondiale coloro che desiderano prendersi cura dell’orto e delle proprie piante da giardino. Gli italiani, in linea con i risultati mondiali, ha dimostrato che:

  • il 7% degli intervistati si dedica al giardinaggio ogni giorno
  • il 25% almeno una volta a settimana
  • il 19% una volta al mese
  • il 21% ogni tanto
  • il 28% dichiara di non aver mai praticato giardinaggio

Chi pratica di più l’hobby del giardinaggio? Uomini o donne, giovani o adulti?

Il sondaggio di GfK ha segnalato anche in quale fascia d’età si pratichi maggiormente il giardinaggio e se siano più gli uomini o le donne a prendersi cura del giardino.

Secondo le analisi, dal punto di vista del sesso non ci sono grandi differenze tra le donne e gli uomini, infatti sembra che ci si prendano cura del giardinaggio, più o meno allo stesso modo.

Le differenze invece sussistono principalmente nelle fasce di età. Infatti, sia a livello nazionale sia internazionale sono gli over 60 coloro che si dedicano maggiormente al giardinaggio.

Dopo i sessantenni, ci sono i quarantenni, infatti il 37% si dedica al giardinaggio con frequenza settimanale o giornaliera.

Come potevamo immaginare, la fascia che si dedica meno al giardinaggio è proprio quella dei teenager tra i 15 e i 19 anni. Circa il 59% dei giovani non si dedica mai al giardinaggio. Infine, coloro che si dedicano di più al giardinaggio hanno un orto o un giardino, il 25% vive in affitto, mentre il 18% in condominio.

Il giardinaggio, in ogni caso è un modo perfetto per passare il tempo in famiglia, infatti in molti scelgono di dedicarsi con i più piccoli, per far apprezzare loro maggiormente la natura e l’ambiente.

Perché dedicarsi all’hobby del giardinaggio?

Il giardinaggio è un hobby che offre diversi vantaggi. Innanzi tutto permette di rendere il proprio giardino vivibile, bello da vedere, colorato e perché no anche utile.

Chi ha un orto o un giardino può autoprodurre le proprie verdure e i frutti, scegliendo di seguire i dettami dell’agricoltura biologica.

Avere le spezie sul balcone, o un albero da frutto e ottimale anche per chi abita in appartamento e ha un piccolo balcone a disposizione.

In ogni caso, il giardinaggio ha  implicazioni positive anche dal punto di vista psicologico. Per rilassarsi e stare meglio con sé stessi e l’ambiente che ci circonda, ci sono tanti metodi, sicuramente curare le piante è uno di questi.

Prendersi cura di una pianta oltre ad essere rilassante, se ci si dedica a questo hobby con i bambini, permette anche di creare con loro un legame più solido. Inoltre, coinvolgere i più piccoli in attività produttive può essere un valore aggiunto al loro percorso di crescita.

Tutti questi risvolti positivi stanno portando, così, sempre più italiani ad amare e praticare il giardinaggio da soli, in coppia, o con i propri figli o nipoti.