Per tutti gli ecologisti del mondo una buona notizia: a partire da 1 Settembre la tecnologia alogena verrà definitivamente messa fuori mercato, facendo spazio alle lampadine LED.

Questo piano di ammodernamento dell’illuminazione è stato stabilito dall’Unione Europea, che prevede di raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità ambientale proprio grazie a questa riforma.

Le lampadine LED consumano un 85% in meno di energia elettrica rispetto alle tradizionali lampadine, con una resa luminosa più efficace, un’accensione immediata e una durata di vita molto più lunga.

A tutti questi fattori “funzionali” dobbiamo aggiungere un minor impatto sull’ambiente (le lampadine LED non contengono agenti inquinanti), la possibilità di produrle in Europa e una maggiore salubrità della lampadina.

Forse non lo sapevi, ma le lampade alogene irradiano costantemente raggi UV, dannosi per la pelle e per la nostra vista.

A rigor di logica dovremmo mettere la crema solare anche dentro casa, cosa davvero improponibile. La tecnologia LED è invece estremamente sicura, perché non irradia nessun raggio ultravioletto e non emana agenti tossici nell’aria.

Le lampadine LED sostituiranno in maniera ecologica, salutare e conveniente questa ormai obsoleta illuminazione, portando finalmente una ventata fresca di cambiamento.

lampadine LED vs lampadine alogene

Le Lampadine LED sono davvero convenienti?

Uno dei dubbi principali degli acquirenti riguarda il costo delle lampadine LED, apparentemente più alto delle lampadine alogene e quelle tradizionali a incandescenza.

È vero che il costo iniziale è leggermente più alto, ma in questo costo dobbiamo considerare che:

  1. l’illuminazione LED consuma l’85% di energia elettrica in meno rispetto quella tradizionale.
  2. le lampadine LED hanno una resa luminosa più efficace. Per ottenere una luce da 1600 lumen (pari alle vecchie lampadine da 100W) sarà sufficiente acquistare una lampadina LED da 18W.
  3. l’illuminazione LED ha una durata estremamente più lunga rispetto alle normali lampadine alogene o a incandescenza. Le lampadine a incandescenza durano circa 1.000 ore, quelle alogene 3.000, mentre quelle LED 30.000 ore.

Considerati questi punti, il risparmio è davvero evidente. Si risparmia non solo sulla bolletta della luce, ma anche sui costi di sostituzione delle lampadine. Un risparmio notevole prolungato nel tempo.

Le lampadine LED sono poco eleganti? Prova le lampadine LED a filamento!

lampadine LED a filamento

Le lampadine LED classiche hanno un design che poco somiglia alle lampadine a cui siamo abituati.

Generalmente hanno un bulbo bianco opaco, e soprattutto per chi utilizza lampadine a vista (come nel caso di lampadari sospesi) può trovarsi in difficoltà con una soluzione dallo scarso design.

Per venire incontro alle esigenze dei più perfezionisti sono state create delle lampadine LED con filamento, dal design simile in tutto e per tutto alle vecchie lampadine a incandescenza di Edison.

Sono talmente eleganti e raffinate che nelle ultime fiere di settore e nei saloni dell’arredamento sono state utilizzate senza paralume, ma semplicemente appese in catenarie o circondate da portalampada trasparenti o traforati.

Da elemento di disturbo a vero e proprio oggetto di design, perfetto per illuminare con stile qualsiasi stanza della casa.

Lampadine LED e impatto ambientale

Le lampadine LED sono sicuramente la scelta più efficace per cominciare a ridurre drasticamente il nostro impatto ambientale.

Non a caso molte città europee stanno sostenendo un’opera di rinnovamento dell’illuminazione cittadina, tagliando le spese comunali di energia elettrica con un impatto ambientale concreto e verificabile.

Un cambiamento concreto che aiuterà in maniera sostanziale il nostro pianeta, in ciascuna fase della vita della lampadina.

Nella fase di produzione non verranno utilizzate sostanze altamente inquinanti (le lampadine LED non contengono né mercurio né gas inerti) e potranno essere prodotte in Europa, diminuendo il traffico causato dalle operazioni di Import-export.

Durante il ciclo di vita la lampadina LED consumerà circa l’80%-85% in meno di energia elettrica rispetto a una lampadina tradizionale, diminuendo i costi delle bollette elettriche e il consumo di gas metano.

Durante la fase di smaltimento la lampadina LED potrà essere trattata come un qualsiasi altro dispositivo elettronico. Inoltre una maggiore durata della vita si traduce in meno rifiuti (in media le lampadine alogene devono essere cambiate ogni 1-2 anni, mentre le lampadine LED durano in media 12-13 anni) e meno inquinamento ambientale.

Ecco perché è così importante questa nuova manovra di sostenibilità ambientale. Ma se vuoi dare una mano concreta all’ambiente non aspettare il 1 Settembre: inizia subito ad aiutare il pianeta con la tecnologia LED!

Giorgia Biglia

Giorgia Biglia

Ansiosa e frenetica, amo scrivere e amo cercare nuove idee e soluzioni per provare ad amalgamare al meglio la nostra società con la natura che ci circonda.

Leave a Reply