Noi di CittadiniEcologisti, essendo grandi amanti della natura e delle soluzioni alternative, amiamo tutti gli esseri viventi, inclusi quelli che strisciano o che ronzano.

Tuttavia non potremmo mai investire in una fattoria di scarafaggi (perlomeno non così presto) e, per intanto, dobbiamo ancora dissuadere tutti quegli insetti che potrebbero cercare di sgranocchiarci nei mesi più caldi, come le zanzare.

Ora, con questo, non vogliamo dirti che devi ucciderle, né tanto meno che vogliamo ucciderle.

Comprendiamo che le zanzare, come tutti gli altri esseri viventi, facciano parte del nostro grande sistema e che abbiano anche uno scopo preciso su questa Terra (che rispettiamo), ma questo non significa che vogliamo punture di zanzare ogni volta che usciamo in certe ore del giorno durante l’estate, né tanto meno vogliamo che la stessa esperienza la debba fare tu.

Senza contare che, le punture delle zanzare, possono presentare rischi reali per la salute: purtroppo infatti le zanzare possono trasferire molte malattie trasmesse dagli insetti, dalla malaria all’encefalite, a seconda di dove ci si trovi nel mondo.

Tuttavia ciò non significa che dobbiamo morire asfissiati o confrontarci con pruriti, arrossamenti ed eruzioni cutanee di varia natura solo perché abbiamo deciso di spruzzare i nostri corpi con pozioni piene di sostanze chimiche con un DEET dannoso.

C’è un modo migliore per allontanare le zanzare. Anzi, ce ne sono ben cinque, e sono tutti naturali, dal primo all’ultimo.

Ecco quindi come allontanare le zanzare in 5 modi naturali e rispettosi di noi stessi e dell’ambiente che ci circonda.

1.Indossa indumenti protettivi quando sei all’esterno

Anche se gli shorts e le magliette a maniche corte hanno il loro perché durante l’estate, quando sei all’aperto (in particolare nelle ore serali e notturne quando le zanzare diventano più aggressive) cerca di coprire il più possibile la pelle per minimizzare i morsi.

Per esempio, indossa maglie a maniche lunghe e pantaloni quando puoi.

Se fa troppo caldo, ovviamente non puoi considerare questa opzione, ma puoi risolvere in parte il problema prediligendo degli abiti freschi e dai tessuti naturali, come ad esempio il lino o il cotone.

Considerala però, nella maniera più assoluta, se prevedi di fare campeggio in un ambiente umido o che si trova vicino ad uno stagno, o ad un altro specchio d’acqua, o quando il sole inizia a calare e le zanzare cominciano a diventare più attive.

2.Evita l’acqua stagnante durante i mesi estivi

Le zanzare prediligono in modo particolare gli specchi d’acqua e le pozze di acqua stagnante, quindi durante i mesi estivi evita di fare jogging, campeggio o altre attività all’aperto nei pressi dei laghi, delle paludi, degli stagni, eccetera.

Anche le piccole pozzanghere possono essere focolai di zanzare nei giorni più umidi, quindi meglio piantare la tenda altrove oppure scegliere un altro posto per la propria corsetta quotidiana per evitare i cattivi morsi che potresti prendere se non lo fai.

Se hai l’abitudine di raccogliere l’acqua piovana per bagnare il giardino, durante i mesi estivi lascia perdere questa pratica molto verde, perché i bidoni pieni di acqua piovana stagnante, soprattutto durante i mesi estivi, possono trasformarsi in veri e propri party per le zanzare.

Idem per le piscine gonfiabili per i bambini: se ne hai una, cerca di riempirla solo quando viene usata e, subito dopo, usa l’acqua per annaffiare il giardino.

In questo modo eviterai che un gioco estivo molto amato dai più piccoli si trasformi in un ricettacolo di zanzare.

3.Non fare attività fisica all’aperto in prima serata

Le zanzare amano i corpi caldi e umidi di sudore, quindi fare jogging, o altre attività all’aperto, quando il sole sta tramontando o sta sorgendo, se da una parte ti eviterà il caldo afoso, dall’altra lavorerà contro di te, facendoti ritrovare pieno di punture.

Se proprio non puoi fare a meno del tuo allenamento, o della tua attività fisica quotidiana, ma vuoi evitare le ore più calde (e anche le zanzare), opta per una palestra coperta oppure iscriviti ad un corso di nuoto da fare rigorosamente al chiuso.

4.Investi in un gazebo schermato all’aperto

Se stare fuori all’aperto, meglio ancora se sul portico posteriore o anteriore, con un drink in mano (e il sole che tramonta all’orizzonte) è la tua idea di perfezione estiva e non hai un portico schermato, considera l’idea di investire in un gazebo dove puoi mettere dentro i tuoi mobili esterni invece di aspettare che le tue “piccole” amiche vengano a farti la festa.

Questa soluzione è la più costosa tra tutte quelle che ti abbiamo presentato finora, ma se te la puoi permettere, ti aiuterà a tenere lontani gli insetti (zanzare incluse!) senza ostacolare il tuo divertimento all’aperto in qualsiasi momento.

5.Prepara un repellente per zanzare naturale

Tutto ciò di cui avrai bisogno sono pochi ingredienti naturali. Per preparare il tuo repellente anti zanzare fai da te, e completamente naturale, ti serviranno:

  • 3 cucchiai di amamelide (una fonte vegetale)
  • 2 cucchiai di oli naturali a tua scelta. Puoi scegliere tra olio d’oliva, olio di neem, olio di argan, olio di mandorle, eccetera. Hai solo bisogno di qualcosa di liscio e di naturale, tutto qui, che faccia da “olio vettore” e renda la miscela spalmabile sul tuo corpo. L’olio di neem, in particolare, è noto per avere proprietà repellenti per gli insetti, quindi potrebbe essere di grande aiuto se stai cercando l’opzione migliore.
  • 75-100 gocce di oli essenziali puri. Se non ti dispiace l’odore, potresti prendere in considerazione la citronella, dato che viene già usata in molti prodotti naturali per respingere le zanzare (come le candele). Anche l’olio di geranio (un fiore noto per essere un acerrimo nemico delle zanzare) e l’olio di Tea Tree danno ottimi risultati.

Mescola bene tutti gli ingredienti in un flacone spray e, prima di uscire all’aperto, spruzza la miscela su tutto il tuo corpo, soprattutto nelle ore “più a rischio” della giornata, come la mattina presto o il crepuscolo.