Il monitoraggio e il controllo di un impianto fotovoltaico sono fondamentali per ottenere un funzionamento affidabile e il massimo della resa nel corso del tempo.

Il monitoraggio più semplice di un inverter solare può essere eseguito leggendo i valori sul display: il display (solitamente LCD) fa parte di quasi tutti gli inverter collegati alla rete.

In questo caso, i parametri più importanti relativi all’inverter e alla rete sono disponibili sullo schermo LCD.

Valori come potenza del campo fotovoltaico, potenza della rete CA e corrente del campo fotovoltaico sono i principali parametri che si possono leggere su uno schermo LCD.

Per quanto riguarda i sistemi più sofisticati di monitoraggio e di controllo degli impianti fotovoltaici, i dati ambientali come la temperatura del modulo, la temperatura ambiente, la radiazione solare e la velocità del vento possono essere registrati, archiviati e analizzati in seguito.

Infine, il controllo da remoto di un impianto fotovoltaico, che negli ultimi anni ha cominciato a diffondersi a macchia d’olio, può essere eseguito tramite vari collegamenti remoti: modem analogico, ISDN, GSM, eccetera.

I collegamenti più comuni, tuttavia, sono l’USB (a volte anche RS232), la RS485 e la powerline per l’interconnessione dell’inverter. Per quanto riguarda invece la connessione, oggi i sistemi più utilizzati sono Bluetooth e Wi-Fi.

Fatta questa premessa generale, vediamo ora come controllare da remoto un impianto fotovoltaico e quali sono, al giorno d’oggi, i sistemi attraverso cui è possibile farlo.

Controllare da remoto: ecco come è possibile farlo

Il controllo da remoto, così come la comunicazione tra gli inverter, può essere realizzato con una connessione wireless (Bluetooth o Wi-Fi), tramite interfaccia RS485 o attraverso la rete (connessione powerline).

Distanze fino a 1200 metri non rappresentano un problema, dopotutto diversi decimi di inverter possono essere collegati in catena e monitorati contemporaneamente.

Per il monitoraggio con distanze più elevate, è possibile utilizzare diversi modi di comunicazione, come Ethernet, Internet, accesso remoto, GSM, eccetera.

Il sistema può inviare avvisi e messaggi di stato al centro di controllo o all’utente. Avvisi e messaggi di sistema possono essere inviati tramite servizio SMS, GSM, fax e altro ancora.

In una realtà come la nostra, dove spesso si è più lontani di 1200 metri da casa per motivi di lavoro, di studio o altro, ciò potrebbe non rilevarsi sufficiente.

Ed è qui che entrano in gioco le ultime novità del controllo da remoto di un impianto fotovoltaico: le applicazioni per smartphone e iPhone.

Le 3 migliori app a disposizione

Per rimanere competitivi, i produttori di impianti fotovoltaici hanno realizzato delle app che permettono di controllare in ogni momento, da remoto e senza stress, i propri pannelli fotovoltaici.

Queste app, sebbene siano ancora relativamente “giovani”, sono diventate in poco tempo una parte essenziale per la gestione degli impianti fotovoltaici, sia di quelli privati che di quelli commerciali.

Di applicazioni per il controllo da remoto degli impianti fotovoltaici ce ne sono tante e per tutti i gusti, ma noi ne abbiamo selezionate tre che sono tra quelle più utilizzate dagli installatori di impianti fotovoltaici (oltre che gratuite).

Eccole qui:

  • Enphase MyEnlighten&Enlighten Manager: disponibile tramite browser web e applicazione per smartphone, è compatibile con tutti i microinverter Enphase. Quest’app permette di monitorare la produzione e il consumo di energia, di verificare la salute del proprio impianto fotovoltaico e di condividere anche i dati con i propri amici e familiari. L’app consente inoltre agli utenti di correlare il loro investimento solare alla bolletta delle utenze, presentando le informazioni in kWh.
  • Fronius Solar Web: come la prima applicazione, è disponibile tramite browser web e app per smartphone, ma può essere usata soltanto con gli inverter della gamma Fronius Galvo, Primo e Symo. Fornisce una diagnostica da remoto e avvisa, in modo tempestivo, quando gli inverter non funzionano correttamente. Gli utenti possono anche ricevere una panoramica del loro impianto fotovoltaico, inclusi i dati sulle prestazioni in tempo reale e archiviati, l’analisi del loro consumo energetico e altro ancora.
  • My SolarEdge: considerata la vera novità del 2020 (è stata lanciata ad aprile 2020), My SolarEdge è disponibile sia tramite browser web che atraverso un’applicazione per smartphone e include qualche vantaggio in più per il consumatore che ha acquistato un inverter SolarEdge. Innanzitutto fornisce il monitoraggio delle prestazioni fotovoltaiche attraverso il rilevamento di guasti e avvisi a livello di modulo, di stringa e di sistema. I proprietari, di base, possono visualizzare la produzione e il consumo del loro impianto fotovoltaico, ma se lo richiedono espressamente al loro installatore, possono anche accedere a funzionalità come il monitoraggio analitico, i rapporti sul rendimento energetico, il tempo di attività del sistema, le prestazioni finanziarie, la risoluzione dei problemi da remoto e altro ancora.

Leave a Reply