I caricatori USB per serie civili sono un’ottima soluzione per la ricarica dei dispositivi digitali come lo smartphone, iPad e simili.

Sono molto comodi soprattutto quando non si ha dietro l’adattatore o, all’improvviso (come succede ai supporti di questo tipo) ha smesso di funzionare.

Possiamo quindi dire che risolvono un grosso problema e sono sempre disponibili.

Immancabili nelle case moderne di ultima generazione.

Se stai pensando di far montare un caricatore usb per serie civile ma non sai come fare e quale scegliere non ti resta che leggere questa nostra guida pratica.

Perchè avere un caricatore USB per serie civili

[styled_separator color_top=”” color_bottom=”” margin_top=”15px” margin_bottom=”15px” align=”left”]

Scegliere di far installare, nella propria abitazione, un caricatore usb è la scelta migliore che tu possa fare. Non solo sarà più funzionale ma potrai utilizzarli velocemente, in ogni punto della casa e per qualsiasi dispositivo con attacco USB (lettori mp3, tablet, smartphone, macchine fotografiche, e-reader…).

Capirai da solo che ormai, non c’è dispositivo che non debba essere ricaricato e che non abbia bisogno di una presa come queste.

Avere un caricatore USB per serie civili in casa ti consentirà anche di ottenere una prestazione migliore. Infatti potrai avere un’erogazione di corrente fino a 1,5 Ampere.

Come scegliere il tuo caricatore USB

[styled_separator color_top=”” color_bottom=”” margin_top=”15px” margin_bottom=”15px” align=”left”]

Se non sei un esperto del settore, scegliere il caricatore USB per serie civili da installare in casa tua, diventa un po’ complicato. Non tanto per la difficoltà di capire che parametri valutare, quanto scegliere tra i vari modelli e le varie proposte esistenti in commercio dai vari brand.

A te non serve un qualsiasi caricatore USB ma quello che risponda alle tue esigenze.

Informarsi sulle caratteristiche prima di passare  all’acquisto è una necessità in quanto, molto probabilmente, dovrai prima cambiare la cassetta, gli interruttori e le prese che hai già in casa nel punto in cui vorrai procedere all’installazione.

Orientati sempre sui modelli più nuovi sul mercato e più performanti così da garantirti un uso più prolungato nel tempo. Per far questo prendi le misure della tua cassetta e mostrale al rivenditore in modo da essere guidato sui modelli adatti a te.

Le mascherine o placche esterne dei caricatori USB non sono differenti da quelle delle altre prese di casa. Potrai facilmente trovare il modello che hai già utilizzato in passato e integrarle senza problemi. Dal punto di vista estetico cambierà solo la forma della presa.

Nel caso in cui il tuo modello non sia degli ultimi periodi ma sia abbastanza datato hai due possibilità di scelta: la prima è quella di cogliere l’occasione di aggiornare tutte le placche e svecchiare quelle che hai; la seconda invece è più economica e consiste nello scegliere il modello e il colore che più si avvicina a quello di casa tua.

Questa sarà solo una scelta estetica per cui starà a te prendere la decisione più opportuna.

Su quale modello orientarsi

[styled_separator color_top=”” color_bottom=”” margin_top=”15px” margin_bottom=”15px” align=”left”]

Come abbiamo già accennato, in commercio troverai diversi modelli proposti dai vari brand leader del settore. Tra quelli più nuovi troverai la versione a due moduli che sono, sicuramente, la scelta migliore ad oggi.

Sono caratterizzati dall’avere, oltre ad una uscita tradizionale, un High Power che, come dice il nome stesso, consente di avere un’erogazione di corrente superiore fino a 2,1 Ampere.

Cosa vuol dire questo per te?

Che potrai caricare in tempi contenuti anche i dispositivi che richiedono una potenza maggiore come i tablet dai 10 pollici in su o i dispositivi che sono un misto tra tablet e pc. Immagina di poterli caricare anche in meno di 6 ore grazie ad una caricatore USB High Power.

Da non trascurare mai il fattore sicurezza. Questo è un punto fondamentale che sta alla base di ogni scelta di acquisto che ha a che fare con questo tipo di articolo.

Non cercare di risparmiare su modelli fabbricati da ditte non riconosciute o non vendute nei negozi specializzati. Valuta sempre e solo modelli che possano darti garanzia sul prodotto e sicurezza sulla qualità.

Questo ti garantirà anche una ricarica sicura e costante senza sbalzi di corrente che possono recare danno ai tuoi dispositivi tecnologici. Indirizza quindi la tua scelta sui marchi leader di settore e fatti consigliare dal tuo commerciante o tecnico di fiducia.

Come montare il caricatore USB

[styled_separator color_top=”” color_bottom=”” margin_top=”15px” margin_bottom=”15px” align=”left”]

Una volta scelto il tuo caricatore USB per serie civili non ti resta che la fase del montaggio. Se sei un tipo amante del fai da te e te ne intendi un po’ di questo settore, puoi procedere con l’installazione.

La prima cosa da fare è metterti in sicurezza e staccare l’interruttore generale della luce. Successivamente puoi procedere allo smontaggio dell’attuale placca e poi dell’attuale presa. A questo punto cambierai la cassetta, se occorre, come detto in precedenza, e farai il cablaggio dei cavi.

In questa fase, se non sei un elettricista e non sai bene come operare puoi chiamare un tecnico impiantista che ti farà il lavoro in poco tempo e a poco prezzo. Fatto l’attacco dei cavi basta montare la nuova placca acquistata e il tuo caricatore USB è pronto per essere usato.